Home » ARTS AGAINST GAMBLING » ARTS AGAINST GAMBLING

ARTS AGAINST GAMBLING

Concorso nazionale, per i giovani, organizzato dal CONAGGA e in collaborazione con la campagna nazionale "Mettiamoci in gioco"

In Italia il gioco d’azzardo ha coinvolto sempre più persone negli ultimi anni, il fatturato complessivo dell’azzardo è passato dai 24 miliardi di euro del 2004 ai quasi 85 miliardi del 2013. L’aumento del fatturato, motivato dall’introduzione costante di nuovi giochi liberalizzati dai governi che si sono succeduti, ha portato alla crescita esponenziale di giocatori e di conseguenza di coloro che sul gioco d’azzardo instaurano una vera e propria dipendenza.

Da molti anni il Conagga si occupa di accogliere persone con questa patologia e attraverso le Onlus che aderiscono al Coordinamento ha ricevuto 10.300 richieste d’aiuto e preso in carico quasi 4.600 persone nei 263 gruppi che gestisce ogni mese da Reggio Calabria a Bolzano.

I dati del CNR (Consiglio Nazionale delle Ricerche) dimostrano che circa il 40% degli studenti ha giocato d’azzardo nell’ultimo anno e che oltre il 10% dei giovani giocatori ha una modalità di gioco definita “a rischio”. Il Conagga da sempre sottolinea la necessità di intervenire prima che la patologia si diffonda e per questo motivo ha organizzato, a margine del suo XV  Convegno Nazionale che si terrà a Reggio Emilia il 28 novembre prossimo, un

 

Concorso nazionale rivolto ai più giovani dal titolo:

ARTS AGAINST GAMBLING

(le arti contro il gioco d’azzardo)

 

Il concorso intende promuovere una sensibilizzazione sul tema del gioco d’azzardo e sui possibili risvolti sociali, culturali, sanitari e mira a fare una fotografia nazionale del fenomeno attraverso gli occhi dei giovani e giovanissimi.

 

Il concorso è aperto a singoli e a gruppi  di ragazzi di età compresa  tra 0 e 29 anni, in particolare alle classi delle scuole medie e superiori; l’obiettivo è chiedere ai giovani di esprimere, attraverso le forme artistiche che preferiranno, un loro pensiero sui rischi del gioco d’azzardo.

I giovani potranno inviare: manifesti, fotografie, video come spot o cortometraggi, canzoni, poesie, scritti, racconti, fumetti.  Apposite giurie diffuse in tante città d’Italia riceveranno e selezioneranno i materiali e una parte di questi arriverà a Reggio Emilia per partecipare alla finale del  Concorso nazionale che si terrà il 27 novembre 2014, giorno precedente il XV Convegno nazionale del Conagga. 

 

I giovani vincitori non solo si aggiudicheranno i premi individuati (giochi di società, biglietti per mostre e concerti, ingressi a parchi tematici e musei, materiale didattico per le scuole, ed altro ancora), ma avranno la possibilità di vedere i loro “prodotti” divenire dei materiali itineranti in un’apposita mostra del Conagga che girerà l’Italia per favorire riflessioni e interventi di prevenzione sui rischi del gioco d’azzardo.

 

Sarà inoltre predisposto un numero monografico di una rivista che raccolta il materiale arrivato in finale e prodotto un dvd con gli stessi materiali che sarà regalato ai partecipanti, alle scuole, a tutti coloro che interverranno al convegno e ne faranno richiesta.

 

Ulteriori informazioni utili si troveranno su facebook alla pagina “Concorso Conagga”.  

 

Il nostro obiettivo non è solo aiutare i giovani a capire i rischi del gioco d’azzardo, ma attraverso le arti, promuovere ciò che fa cultura; e sono la crescita della socialità e della cultura i migliori strumenti per combattere la diffusione del gioco d’azzardo fra i più giovani.

 

Il presidente del Conagga

Matteo Iori

 

 

PARTNER DEL CONCORSO

Campagna nazionale contro i rischi del gioco d’azzardo “Mettiamoci in gioco”

www.mettiamociingioco.org

 

ADERENTI AL CONAGGA e luoghi di intervento

AGITA di Campoformido (UD); Cooperativa Sociale "Self Help" di Verona; Ass. AMA di Trento; Ass. Onlus "Centro Soc. Papa Giovanni XXIII" di Reggio Emilia; Ass. “Famiglie in gioco” di Salerno; “Gruppo Incontro” Coop Soc. di Pistoia; Coop. Soc. “Nuova Vita” di Vicenza;  “AND - Azzardo e Nuove Dipendenze” di Varese, Milano, Como Samarate, Cassano Magnago, Ispra;  Coop. Soc. “LAG” di Vignola (MO); Associazione “San Benedetto” di Livorno; “Centro Calabrese di Solidarietà” di Catanzaro; Ass. “A.M.A. Polesine” di Taglio di Po (RO);  Ass. “A.M.A” di Macerata; “Centro Reggino di Solidarietà” (Ce.Re.So.) di Reggio Calabria; “Centro di Solidarietà” di Prato;  Ass.” A.M.A.” di Ancona; “O.G.A.P.” di Carrara; Coop Sociale "Irs L'Aurora" di Fano; Aps "Famiglie Fuori Gioco" di Potenza; Ass. “Favonius” di San Benedetto del Tronto, Ass. “Hands Onlus” di Bolzano, Ass. “A.M.A. Aquilone” di Ascoli Piceno;  Coop Sociale “Tavola Rotonda” di Oristano.